Opposizione di Bellinzona all’inceneritore di Giubiasco

Creato: Sabato, 21 Maggio 2005
Bellinzona vivibile ha preso atto con piacevole sorpresa dell’opposizione inoltrata dal Municipio contro il progetto dell’inceneritore dei rifiuti di Giubiasco, sia per salvaguardare gli interessi dell’Azienda elettrica, per la quale il movimento si era battuto a due riprese in passato (contro la vendita e la privatizzazione), che per quelli di carattere ambientale. Questi ultimi sono stati messi inspiegabilmente in secondo piano dal Cantone che, come nel caso dell’abbandono del previsto e assicurato allacciamento ferroviario, vi ha sempre anteposto solo argomenti economici.
Bellinzona vivibile spera ovviamente che gli aspetti ambientali non siano stati sollevati unicamente per dar maggior peso giuridico all’opposizione, anche se, ascoltando le affermazioni del vicesindaco sul sostegno dei sei settimi del Municipio alle sole argomentazioni energetiche, qualche dubbio è più che lecito. Ci si domanda in modo particolare se neanche per il partito socialista gli aspetti ambientali abbiano ancora un valore e meritino di essere difesi.
Riguardo alle divergenze all’interno del Municipio, il movimento non ha evidentemente nessuna informazione diretta e attendibile, che gli permetta di entrare nel merito. Auspica comunque che le diatribe personali e l’eccessivo protagonismo di singoli municipali non vadano a scapito della risoluzione degli urgenti problemi della città.
Certamente maggiori attenzione e tempestività nell’affrontare argomenti tanto importanti per la regione potrebbero evitare situazioni di crisi interna e nei rapporti con la regione e con il Cantone.
Visite: 4450