Azione per salvare i platani di Piazza Simen

Creato: Sabato, 15 Marzo 2003

Il neocostituito gruppo locale Bellinzona Vivibile è indignato di fronte alla decisione del municipio di Bellinzona di abbattere due dei maestosi platani di piazza Simen. I magnifici
alberi ultracentenari possiedono un notevole valore ecologico e paesaggistico. Per rendere attenta la popolazione a questi aspetti alcuni attivisti del gruppo sono scesi sabato in piazza.

Per manifestare la loro indignazione alcuni attivisti di Bellinzona Vivibile hanno inscenato questa mattina un'azione di sensibilizzazione in Piazza Simen esponendo uno striscione che recitava "100 anni per crescere un ora per abbatterli". Dato il particolare valore ecologico e paesaggistico dei due platani centenari il gruppo chiede al Municipio di valutare in modo più approfondito la decisione di abbattimento, facendo realizzare un'ulteriore perizia indipendente che possa confermare o smentire quella già realizzata per conto del municipio. Il taglio dei due platani metterebbe seriamente in pericolo anche la sopravvivenza di quelli rimananenti, condannandoli pure loro ad una lenta eutanasia. Tutti i platani di Piazza Simen hanno dovuto subire negli ultimi anni, a seguito della costruzione dell'autosilo, un attacco a livello delle radici che ha probabilmente compromesso la loro armoniosa crescita.
Al di la del controverso e singolo episodio dei Platani il gruppo vuole rendere attenta l'opinione pubblica bellinzonese dell'importanza del verde e degli alberi da alto fusto all'interno della città:
troppo spesso il verde bellinzonese è stato sacrificato sull'altare del cemento o dell'incompetenza del ufficio tecnico comunale. Al verde cittadino va infatti finalmente riconosciuta la sua importante funzione paesaggistica, di svago e microclimatica. I numerosi tagli di alberi dall'alto valore ecologico, sostituiti con alberelli ornamentali, come pure le ripetute capitozzature o potature mal realizzate mal si conciliano con questa sua importante funzione.
Bellinzona vivibile si impegnerà anche nei prossimi mesi per la difesa di questa importante componente della città.

Visite: 3929