Contributo allo IOR

Creato: Domenica, 23 Dicembre 2012
Seduta del 24.09.12 – MMN  3684 – contributo allo IOR

I motivi che due anni fa, nonostante il titolo di “mentecatti” affibbiatoci da Paolo Camillo Minotti, avevano portato l’allora Gruppo Bellinzona vivibile e I Verdi a bocciare il contributo allo IOSI non sono sostanzialmente cambiati.
Il compito di una città come Bellinzona può essere quello di favorire l’insediamento di Istituti di ricerca sul suo territorio, mettendo eventualmente a disposizione terreno o locali, cosa che attualmente già fa abbondantemente pagando il notevole canone d’affitto dell’IRB, dove lo IOSI è insediato, ma non certo quello di finanziare direttamente la ricerca.
Questo a maggior ragione non può essere una priorità se pensiamo ai numerosi compiti che deve sopportare la città per i servizi ai suoi cittadini, per la conservazione dei propri immobili e per gli urgenti investimenti, di fronte alle attuali ristrettezze finanziarie.
Lo IOSI è un istituto cantonale e casomai dovrebbe essere il Cantone a prendersene carico in un momento in cui invece scarica sempre più suoi oneri sui comuni.
Per il suo interesse nazionale riceve comunque finanziamenti dalla Confederazione e da numerose organizzazioni e fondazioni private nazionali ed internazionali, tra le quali quelle specifiche come la Lega contro il cancro.
D’altra parte la formale ristrutturazione amministrativa intervenuta nel frattempo con la creazione dello IOR e della Fondazione per la ricerca e la cura dei linfomi, non favorisce certo la trasparenza nella gestione dei milioni che riceve.
Quanto capitato all’IRB dove i risultati di ricerche finanziate da fondi pubblici sono serviti solo a rimpolpare grossi interessi privati con i profitti legati alla vendita dei brevetti, dovrebbe perlomeno invogliare ad una maggiore prudenza.
Infine l’uso sempre più accresciuto della sperimentazione animale con tutti i problemi annessi, denunciati proprio recentemente a livello cantonale, aumenta le mie perplessità nei confronti di questo contributo ricorrente, per cui voterò contro.
Visite: 3791