Varianti puntuali di PR

Creato: Lunedì, 01 Aprile 2013
Seduta del 26.3.13: MMN 3657 Varianti puntuali di PR

Intervento iniziale:
Vorrei intervenire sulla procedura proposta dal Presidente, che non condivido, di discutere assieme tutte le proposte.
Come affermato anche dalle commissioni che hanno esaminato il messaggio, vorrei sottolineare anch’io la situazione anomala di un messaggio unico per tutte queste varianti quando almeno diverse di loro avrebbero meritato un messaggio separato.
Se la colpa è da addebitare al vecchio municipio, il nuovo come ha ritirato una delle varianti, avrebbe potuto benissimo ritirare tutto il messaggio e correggere la situazione anomala.
Auspico che le singole varianti verranno comunque esaminate, discusse e votate singolarmente. Inoltre mi chiedo come verranno verbalizzate le decisioni sul messaggio No. 3657 e come verranno pubblicate all’albo comunale. Concretamente sarà possibile e cosa si dovrà fare nel caso in cui su una o più varianti si volesse ricorrere al Consiglio di Stato o lanciare un eventuale referendum. Penso che sia importante chiarire questo punto prima di prendere qualsiasi decisione.

Intervento successivo:
Entrando nel merito delle singole varianti anticipo che la mia posizione coincide fondamentalmente con quella della minoranza della commissione del Piano regolatore, in particolare per quello che riguarda la decisione di principio di opporsi a qualsiasi trasformazione di zone agricole in zone edificabili. Principio già sostenuto coerentemente in precedenti occasioni, anche perché in contrasto con la scheda No. 7 del Piano direttore. Oggi questo principio è supportato anche dall’esito della votazione federale contro l’estensione delle zone edificabili e ritengo che anche Bellinzona debba adeguarsi alla volontà popolare.
Quindi mi limiterò a segnalare solo le divergenze o eventuali precisazioni senza ribadire le motivazioni già espresse nel rapporto di minoranza della Commissione del PR.

Variante No. 1.: modifica EP 111 – Scuola dell’Infanzia, Via Ghiringhelli
Innanzitutto ritengo che tutto il campetto di calcio dev’essere assolutamente salvaguardato e quindi non inserito in zona residenziale. Da una parte si evoca l’importanza delle attività sportive per i giovani e per l’integrazione, la socializzazione  della vita di quartiere e poi si vorrebbe togliere uno dei pochi spazi ancora disponibili per questo scopo. Al proposito propongo quindi un emendamento che trasformi il sedime attuale del campo in zona attrezzature pubbliche.
Perplessità mi suscita anche di riservare un’area quale posteggio pubblico per circa 60 posti auto anche se la stessa viene ridotta rispetto all’esagerata situazione attuale. Lo stesso Dipartimento del Territorio aveva chiesto di giustificarne il fabbisogno e mi sembra che nella zona siano già stati ricavati molti nuovi posteggi nell’ambito della realizzazione della zona 30, quali moderazione del traffico.
Nel caso in cui non venga accettata la mia proposta di emendamento sarò costretto a votare contro questa variante.

Variante No. 6.: Adeguamenti lungo la pista ciclabile Via Monte Gaggio-Via Vallone
Pur condividendo la posizione dei commissari PR approfitto dell’occasione per segnalare per l’ennesima volta che non è ancora stata evasa la mia mozione del 9 ottobre 2009, ossia di 3 anni e mezzo fa, per la realizzazione di questa pista ciclabile, per la quale esiste già il parere favorevole della Commissione edilizia dell’11 marzo 2010, ossia 3 anni fa. Oltretutto nel frattempo alcuni dei sedimi sembra che siano stati occupati abusivamente dai vicini, addirittura con la costruzione di un muro in cemento armato, e vorrei evitare che la situazione degeneri fino ad un punto di non ritorno. Spero che non sia questo stato di cose che sta procrastinando oltre ogni limite accettabile l’esame della mia mozione. Quindi con l’approvazione della variante sarebbe urgente una verifica di tutti i sedimi e finalmente procedere alla discussione della mia mozione.

Variante 8: Modifica linea di costruzione e vincolo d’arredo lungo Via Motta
Se è corretta l’idea di spostare la linea di costruzione per salvaguardare l’unitarietà delle casette (quartiere Stalingrado), non si capisce invece perché si è voluto eliminare il vincolo d’arredo lungo Via Monte Crenone. Forse perché finora non é stato ossequiato neanche dalle costruzioni recenti? Sembra un altro tentativo per sanare una situazione abusiva esistente. Quindi mi asterrò nel voto.

Variante No. 10.: Comparto stadio PP1 – pianificazione parziale
Vorrei anch’io sottolineare l’importanza degli aspetti considerati ed in particolare la valorizzazione dei parchi alberati presenti nella zona.

Variante No. 14.: Modifiche delle linee di arretramento
Condivido l’opinione della commissione del PR che afferma che una fermata Tilo in questa posizione (Stazione di S. Paolo) potrebbe in futuro servire con grande beneficio i quartieri nord della città.
Il fatto che nel 2001 il percorso pedonale ciclabile compreso tra la Via S. Gottardo e l’area ferroviaria all’altezza del fondo No. 4023 sia stato stralciato dal Consiglio di Stato, non impedisce che nella nuova realtà odierna e nell’ipotesi di un futuro più concreto accesso pedonale alla ferrovia, il percorso possa venir riproposto con una nuova variante di PR molto più motivata e convincente. Non condivido quindi le deduzioni al proposito fatte dal messaggio.

Variante No. 15.: Adattamenti zone edificabili
A proposito vorrei portare un argomento in più di quelli della minoranza della commissione per respingere la variante.
Uno degli appezzamenti che si vorrebbe rendere edificabile è occupato da orti famigliari. Se pensiamo al fatto che il Municipio deve ancora dar seguito alla mozione sulla creazione di orti famigliari approvata già dal Consiglio comunale nel giugno del 2011, quindi quasi due anni fa, ci si rende conto dell’assurdità di questa proposta.
Su un dettaglio della variante proposta vorrei comunque sapere quando e sulla base di quali norme è stato edificato il mappale No. 4640, dove sorge il laboratorio della Panetteria Peverelli.  Nella situazione attuale quali sarebbero le eventuali modifiche che potrebbero ancora essere effettuate, e cosa cambierebbe nel caso venisse eventualmente accettata la proposta di variante.


Visite: 1953