Chi è Bellinzona vivibile?

Creato: Lunedì, 17 Marzo 2008

Bellinzona vivibile è un movimento civico nato per riavvicinare la popolazione alla vita politica della città cercando  di invertire la tendenza al calo di partecipazione alle elezioni e votazioni tramite una politica al di fuori delle logiche partitiche. Con la sua presenza vuol dare la possibilità ai cittadini di eleggere anche persone al di fuori dei partiti, che difendano effettivamente le loro scelte, e permettere una partecipazione attiva nelle istituzioni anche a chi non si riconosce nei partiti.

Nel 2003, accanto all’impegno a favore dei platani di Piazza Simen, tuttora pregio della nostra città, nonostante che Municipio e Consiglio comunale ne avevano in parte già decretato la fine, Bellinzona vivibile aveva anche lanciato una petizione per la salvaguardia e valorizzazione (con un parco pubblico) dell’area verde dell’ex-campo militare.

Nel 2004, alla prima partecipazione alle elezioni comunali, Bellinzona vivibile è riuscita a far eleggere due consiglieri comunali che, come esigua rappresentanza, hanno dovuto confrontarsi con l‘esclusione dalle commissioni, il generale ostracismo, con mancate risposte alle loro domande durante le sedute del Consiglio comunale e con la sistematica bocciatura delle loro proposte. Ciononostante i rappresentanti di Bellinzona vivibile (contrariamente a quanto capita per molti altri consiglieri) si sono sempre impegnati nello studio approfondito e rigoroso dei Messaggi ed in prese di posizione documentate sui vari oggetti, attirando spesso l’attenzione dei presenti su importanti dettagli sfuggiti al superficiale esame di partiti e commissioni.

Nelle elezioni del 2008, per non disperdere voti e rafforzare un’opposizione progressista, valorizzando diversi obiettivi comuni Bellinzona vivibile ha presentato una lista unita con I Verdi, riuscendo con tre eletti a formare Gruppo, ma purtroppo non ancora ad entrare nelle commissioni.

Il centinaio di interrogazioni ed interpellanze, la decina di mozioni inoltrate e i principali interventi fatti durante le sedute negli otto anni di presenza attiva nel Consiglio comunale sono visionabili sul sito www.bellinzonavivibile.ch.

Negli scorsi anni, Bellinzona vivibile si è fatta promotrice o attiva collaboratrice anche di iniziative e referendum che nella stragrande maggioranza dei casi hanno permesso ai cittadini di smentire le decisioni del Municipio e del Consiglio comunale: semi-svincoli autostradali, vendita e privatizzazione dell’Azienda elettrica, sistemazione di Piazza Collegiata, urbanizzazione di Pratocarasso e salvaguardia del porfido nel Centro storico.

L’esperienza fatta  indica chiaramente la necessità di continuare una presenza politica in città esclusivamente al servizio del bene comune e al di fuori dalle perverse logiche della partitocrazia.

 

Visite: 16279